Podio Podium SerraeLanghe Doc Nebbiolo

Il valore delle uve della collina del Podio è attestato già nell’atto notarile del 1467, quando il nobiluomo Andrea Damiano, proprietario della Tenuta, la dà a coltivare ai massari. La metà delle uve da loro prodotte è la quota spettante al proprietario, ma quelle provenienti dalla collina del Podio sono tutte riservate al signore (“salvo et riservato vites Podii Serrae”).

Oggi il vino prevede anche l’utilizzo di uve di vigneti diversi, ma tutti di media collina, collocati per lo più alla sinistra del fiume Tanaro in terreni sciolti in cui predominano sabbie gialle stratificate e alternate a banchi di marne calcaree miste a ghiaia e, alla destra del fiume, su terreni più compatti e antichi.

Ratings

James Suckling – 90 (2021)

Dati tecnici

Uva:85% nebbiolo, 15% barbera (75 q/Ha)

Affinamento:minimo 6 mesi in botte e 4 mesi in bottiglia.

Colore:rosso rubino intenso.

Aroma:fiori secchi, frutta, vaniglia, spezie.